NERVI VIGNA MOLSINO 75CL 2014 13,5% vol GATTINARA DOCG - CONTERNO

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 71 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 71 points può essere convertito in un buono di 2,13 €.


NERVIMOL

Nuovo

NERVI - CONTERNO GATTINARA DOCG VIGNA MOLSINO 

Tipologia: vino rosso fermo

Vitigno: NEBBIOLO

Affinamento: grandi botti di rovere per almeno 40 mesi

Produttore:  NERVI -  GIACOMO CONTERNO

Zona di produzione:  Piemonte

Maggiori dettagli

71,85 €

NERVI - CONTERNO GATTINARA DOCG VIGNA MOLSINO 

Alla vista, rosso granato. All'olfatto, sorprende con un bouquet complesso di frutti rossi, spezie dolci, leggera tostatura e nota floreale. Al palato, il vino è austero, potente: corpo pieno e ampio, si produce con grande coerenza gusto-olfattiva, equilibrio ed eleganza. Tannini vellutati, lunga persistenza e magnifica armonia.

Roberto Conterno, il patron della Giacomo Conterno, una delle cantine icona del bere bene italiano nel mondo ha fatto shopping nell'Alto Piemonte e ha acquistato la cantina Nervi a Gattinara. Sempre Nebbiolo, ma in un'altra zona del Piemonte che guarda da vicino le Alpi e il Monte Rosa. La cantina Nervi è tra le più antiche dell'area di Gattinara che dà anche il nome alla denominazione e fino ad oggi era di proprietà di quattro amici norvegesi che l'avevano rilevata circa sette anni fa. Uno dei soci, Erling Astrup, manterrà il dieci per cento delle quote dell'azienda. Conterno cosi ha acquisito una cantina e una trentina di ettari vitati per una produzione di circa 120 mila bottiglie. Ma anche il valore dei cru che hanno fatto la fortuna della cantina e dell'azienda come Garavoglie, Molsino, Casacce, Valferana e Ronchi, il tutto seguito da un enologo storico come Enrico Fileppo. Non è stato reso noto il valore dell'affare. Roberto Conterno (tra l'altro new entry della nostra wine power list) è il titolare della cantina con uno dei baroli più rinomati in assoluto, il suo Monfortino 2010 e quotato tra i vini più costosi mai prodotti in Italia. Non solo. Alcuni anni fa è finito agli onori della cronaca per l'acquisto a Serralunga d’Alba, del cru Arione della cantina Gigi Rosso